sabato 17 aprile 2010

LXXVI - Polenta 'd Furmentìn


 
Il tempo è pessimo, fa freddo e quando non piove nevica, così che di salire in montagna o anche solo di passeggiare un po', non se ne parla proprio. Cosa vuoi fare in questi casi se non cucinare piatti calorici e consolatori? La polenta 'd furmentìn ieri mi è parsa un'idea all'altezza del grigiore esterno. Il furmentìn è il grano saraceno, quello che si usa per i pizzoccheri e che adesso va tanto di moda. Mentre nel monregalese usano fare la polenta  di furmentìn tagliandola con altre farine, mescolandola alle patate e condendo poi il tutto con la meravigliosa bagna bianca ai porri,  a Limone il saraceno lo usiamo in purezza e la polenta viene condita con una bagna caoda molto allungata con panna e latte. Si ottiene così un piatto decisamente rustico e dai sapori intensi, una cosa che chi la assaggia per la prima volta o se ne innamora o  (ma è raro) difficilmente ripeterà l'esperimento.


Per chi, in attesa di una primavera seria volesse ricreare atmosfere invernali sperimentando questa ricetta, le spiegazioni le trova qui.

Immagini @cielomiomarito

2 commenti:

  1. Spero che il tempo sia ancora inclemente.......
    t.b.

    RispondiElimina
  2. Sei stato ampiamente esaudito...
    (non per la polenta :P)
    a.b.

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails